LaTeppaAllAssaltoDelCielo-1

DAL 04 GIUGNO 1993 AL 03 LUGLIO 1993

 

Venerdi’ 04 Giugno 1993

dalle ore 18,00
Innaugurazione della mostra fotografica di Aldo Bonasia. Le opere di uno dei migiori fotografi degli anni Settanta. Un archivio prezioso della memoria. Un’artista militante che ha avuto la capacita’ di fondere la preofessione con la partecipazione.
Presenta la mostra Francesco Seba Sardi

Aldo V. Bonasia nato a Bitonto nel 1949, vive a Milano.
Fotografa dal 1968; nel 1973 fonda l’agenzia DFP a Milano e Roma occupandosi di fotogiornalismo sino al 1976. Suoi servizi di carattere sociale e politicosono pubblicati sulla stampa nazionale ed estera. Nel 1978 costituisce a Milano con altri operatori IMAGO 78 centro ricerche e comunicazione visive, realizza il filmato “L’Io in divisa” (16 mm) e il voluma relativo. Per le edizioni CSAPP ha inoltre realizzato i portfolio di fotografie originali “Drop-Out 1” e “Drop-Out 2” con testi di Arturo C. Quintavalle. Sempre per le edizioni CSAPP ha realizzato il voulume “Vivere a Milano” con un testo di Nanni Balestrini.

dalle ore 23,30
Concerto con il Jazz Blob Quartet

 

Sabato 05 Giugno 1993

dalle ore 17,00
Incontro con “I Favolosio Morlacchi” del Giambellino
“Il 25 Aprile del ’71 e del ’72, al Lorenteggio e al Giambellino issammo sulle aste delle case popolari almeno duecento bandiere Br rosse, con la stella gialla nel cerchio. Erano bandiere cucite dalle mamme, le sorelle, le zie, le nonne di tanti nostri compagni del quartiere. Il nostro punto di riferimento principale, fin dall’inizio, e’ stato Pierino Morlacchi: conosceva assolutamente tutti ed era un vero leader naturale del Lorenteggio”

Renato Curcio, dal libro “A viso aperto” intervista di Mario Scialoia (Mondadori)

Piero Morlacchi, Emilio e i loro parentisono una storica famiglia operaia e comunista del Giambellino. Per le loro scelte hanno pagato un prezzo altissimo ma non hanno perso niente della loro identita’ e della loro capacita’ di suscitare calore umano e solidarieta’. Li ospitimo felici di averli tra noi. Senza mitologie del passato, ma perche’ rappresentano un frammento importante della storia di questa citta’.
Parleremo con loro del libro di Scialoia e vedremo, in anteprima assoluta per Milano, uno splendido video – intervista con Renato Curcio intitolata: “Per il recupero di un corretto rapporto con la memoria” realizzata dalla commissione ” fuori dal Carcere” di Radio Onda Rossa di Roma.

Sentiremo qualche canzone e cercheremo il vino piu’ buono per comunicare meglio.

(si prega di intervenire puntuali alle ore 17 perche’ il video dura circa due ore)

Concerti:

NO DOMO da Napoli
VOLONTARI
PIOMBO A TEMPO con Nando Popu

 

Giovedì 10 Giugno 1993

dalle ore 21,00
Presentazione del libro LA MENTE ACCOGLIENTE(Ed.Pellicani) di Federico La Sala
Coordinano il dibattito Franceso Toscani della rivista “La Balena Bianca” e lo psichiatra Stefano Mistura.
Tra mafie e patri, un creativo percorso di liberazione.
“Accogliere femminile…”
L’ultima acutissima “nota” di Elvio Facchinelli manda in frantumi le mura di tutte le chiese (politiche, filosofiche,religiose, ecc.) e finalmente rende visibili il Sole, la terra e noi stessi (l’intero gnere umano) a noi stessi uomini e donne di ogni paese e di ogni nazione.

 

Venerdì 11 Giugno 1993

dalle ore 22,00
Concerto:
MARY POPPINS

…e nella stessa serata
Svitol Bigol Production Presenta: I PARABIAGO BROS

 

Sabato 12 Giugno 1993

Presentazione del libro T.A.Z.- Zone Temporaneamente Autonome di Hakim Bey (Shak Edizioni Underground Milano)
Dalle comunità dei pirati di Capitain Mission alle comunità tematiche Cyberpunk dei nostri giorni, l’elogio del nomadismo psichico elaborato attraverso le categorie filosofiche del sufismo e della teoria del caos. Il suo stile provocatorio si fonde con una fine analisi della storia e dell’arte delle controculture, in un saggio che diventerà un classico.
Hakim Bey, maestro di Sufi, è uno dei più interessanti esponenti delle controculture americane degli anni Ottanta. Ha lavorato come poeta nel Nord dell’India, espulso per ragioni politiche , vive in un albergo a Chinatown e in una roulotte in una palude del New Jersey. Non appare mai in pubblico.

…successivamente

Presentazione di DECODER BBS

La banca telematica dell’omonima rivista underground, raggiungibile via modem, Uno spazio liberato ai fini della comunicazione orizzontale, caotico e in rete, della sperimetazione artistica e tecnologica e infine della libertà di parola.
Verranno proiettati video su alcuni momenti di vita della comunità temporanamente autonome e delle controculture (dagli anni ’60 ai nosri giorni)

dalle 21,00
Concerto:
M.G.Z. da Savona
CONTE ZERO con le marvelouses “H.E.L.S.”

 

Domenica 13 Giugno

Concerto:
K.C.E.
LOUX
MENTI CRIMINALI

 

Martedì 15 Giugno

dalle ore 18,00
Presentazione del libro IL PIENO DI SUPER (Ed. Feltrinelli) di Rossana Campo
Il nuovo comico di Rossana Campo (aveva già pubblicato”In principio erano le mutande” sempre per Feltrinelli) racconta le avventure di un gruppo di ragazze molto curiose di scoprire qualunque cosa che riguardi il sesso, i baci, l’amore e le limonate. Le amiche sono sempre insieme e isieme affrontano le prov terribili della vita: la scuola, la maestra razzista, il catechismo con la repressione sessuale tentata da suor Pescecane, e poi il primo amore e la scoperta che ci sono dei maschi scemi che non le vogliono e che ce ne sono altri troppo furbi come Lupo, l’amico di Tore che piace a tutte le femmine per la sua aria da duro. Per fortuna che nella vita ci sono anche altre cose, per esempio ci sono le storie dei fotoromanzi che fanno sognare, c’è il bellissimo Adri con la sua moto Honda…Dani che viene scoperta dal padre mentre sta con suo amante il Ricciolino…E c’è infine la mitica cugina grande Natascia, il capo naturale della banda di babanette…le guiderà…verso una rivoluzione a scuola, un arresto e la grande fuga da casa.

Nella serata dalle ore 23,00

nella notte un “infuso speciale” a base di “ottani energetici”

 

Giovedi’ 17 Giugno

dalle ore 18,00

Presentazione del libro “Immagini In Movimento” (Ed. Edizioni Associate) di Giuliana Berengan. Curatore della collana Marco Maria Gazzano
Il libro di Giuliana Berengan e’ un lungo racconto nel quale la parola e’ a un tempo protagonista e mezzo per condurci in un viaggio attraveso ricordi, rimandi letterari, suggestioni, intrecci, parentele dimenticate, in direzione di possibili o immaginabili forme di espressione.Immagini in movimento e’ la nuova collana di libri delle Edizioni Associate dedicata al cinema> Una collezione di saggi d’autore sulla “cinematografia” come forma di espressione peculiare della nostra epoca, come “scrittura del movimento”; come linguaggio di immagini e suoni esse stesse ” in movimento”, sia dal punto di vista espressivo che da quello tecnologico.

 

Venerdi’ 18 Giugno

dalle ore 21,30

Presentazione del libro ” RACCONTA 2” (Ed La Tartaruga) con Rosaria Guacci, Bruna Miorelli, Pia Pera, Nuccia Cesare, Francesca Avanzini, Nicoletta Vallorani e moltre altre pink and dark-ladies.
Questa nuova raccolta di storie italiane de La Tartaruga, preceduta quattro anni fa da una prima di tono differente, comprende venti racconti di scrittrici per lo piu’ esordienti. In essi, i codici colti della grande letteratura si vanno a mischiare a quelli rapidi e disinvolti cui ci hanno abituato la societa’ e i mass-media, insieme a gerghi e neologismi, dando luogo a scritture di tono assolutamente originale. Una nuova leggerezza, quasi uno stato di grazia della scrittura, porta all’ironia, alla comicita’ alla provocazione,al continuo rilancio, all’audacia, all’eccentricita’, all’eccesso.
La vita contemporanea viene riversata nella scrittura senza mediazioni o paludamenti letterari. Ne deriva un linguaggio alieno da ogni diluizione dei significati e da ogni tentativo di spegnere le scintille che sprizzano dallo scontro delle parole con nuove circostanza.

…piu’ tardi: musica, high ball spatial cocktail peace and love

 

Sabato 19 Giugno

dalle ore 17,30

Presentazione della casa editrice QUODLIBET
Intervengono Giorgio Agamben e i redattori della casa editrice Stefano Verdicchio e Gino Giometti
Una nnuova casa editrice nata con un programma che a noi piace moltissimo. Un programma che si intuisce libera rispetto ai generie alle divisioni tradizionalidella produzione culturale: testi narrativi e saggi filosofici, autori antichi e moderni, scritti lunghi e brevissimi, tutto potra’ essere occasione di proposta. Ma il “qualunque (Quodlibet), che essa ha scelto a propria divisa, non significa ne’ indifferenza ne’ neutralita’: al contrario, l’intenzione che guida le scelte editoriali e’ che il libroche trova qui un momento speciale della sua leggibilita’ reagisca sull’attualita’, gettandovi una luce inattesa.
I primi titoli che verranno pubblicati sono:
Bartleby, la formula della creazione di Gilles Deleuze, Giorgio Agamben
L’uomo che camminava per le strade di Silvio D’Arzo
Una cena elegante di Robert Walser
Francis Bacon, logica della sensazione di Gilles Deleuze
– L’essere abbandonato di Jean-Luc Nancy

….alla sera concerti:
ETILICA
QUARTIERE LATINO

 

Domenica 20 Giugno

dalle ore 17,00

Il Tattoo Club – Milano organizza una performance dimostrativa di tatuaggi. Incidere sulla propria pelle il segno tangibile della propria diversita’. Comunicare al mondo banale e ripetitivo la memoria arcaica di simboli, segni, immagini che affondano nella storia e nell’intimo piu’ nascosto di ognuno. Per capire occorre il piacere e l’eperienza di sentire il proprio corpo in modo definitivamente e creativamente cambiato>

dalle 21,00

Concerto:
ROSSO MALTESE
MALKA FAMILY

 

Giovedi’ 24 Giugno

dalle ore 22,00

Proiezione del film LA CASA NERA di Wes Craven
Una straordinaria metafora dell’America reganiana. Uno dei miglio horror marxisti della storia del cinema americano. Ingiustamente passato sotto silenzio nei cinema cittadini, lo riproproniamo perche’ per noi e’ gia’ “cult”

 

Venerdi’ 25 Giugno

dalle ore 18,00

Presentazione del libro PONTE DI MEZZO (Ed. Interno Giallo) di Marco Pensante. Presentano il libro Rosaria Guacci, Franco Bolelli.
Ponte di Mezzo e’ la storia di nuna Parma sazia e soddisfatta di se’ vetrina di una benessere apparentemente perfetto mache in realta’ nasconde violenze e ipocrisie amplificate dalla sua provincialita’. E la storia di uno di quelli che vengono comunemente definiti “giovani d’oggi”: Andrea Altroquanto, uno spirito svuotato e perennemente ai margini di una vita che non capisce e che sembra non risvegliargliun posto definito. L’improvvisa morte per overdose di un amico scuote la sua esistenza persa in una routine annoiata e sonnolenta, convincendolo a mettersi alla caccia di un responsabile che forse esiste solo nella sua mente. Attraverso gli ambienti di una Parma notturna, ben lontana dalle luci delle vetrine e dell’immagine che viene propagandata, Andrea si trovera’ a scoprire verita’ sgradevoli e pericolose sulla societa’ in cui vive, ma soprattutto su se stesso, e a fare i conti con una malvagita’ umana che e’ prima di tutto all’interno di noi.

dalle 21,00
Concerto, musica per esaltare il corpo, infusi vari e bevande trasgressive

 

Sabato 26 Giugno

dalle ore 16,00

DECODER MEDIA PARTY
Presentazione del nuovo numero di DECODER N.8 che contera’:
Un reportage di Sterling su una conferenza americana di hacker; un mega articolo di Moronisulla questione della ristrutturazione produttive e la nascita del leghismo; le aporie della TV interattiva: uu’intervista al grande padre delle droghe sintetiche: Shulgin; un illuminante reportage sulle longevity drug; lo stato delle reti; un’intervista a Tom Jennings, colui che ha scritto il programma operativo per Fidonet; il mitico Decoder dei piccoli (con il gradito ritorno dell’eccezionale Graham Harwood, della saga infinita di giovanni e un cyber-trip dell’unico Prof. Bad Trip); una stupenda intervista a uno tra i migliori scrittori italiani del dopoguerra: Nanni Balestrini; attualta’ di MalcomX; identita’ fratturate, le donne del post-femminismo all’attacco; un’intervista a Terminal; un’anticipatrice intervista con R.U. Sirius sulle comunita’ Techno e virtuali; la storia del phone phreaking in Italia; al di la’ del corpo biologico e dell’immaginazione: Stelarc; un’intervista a Fraser Clarck, il padre (nel senso letterale) della scena psichedelica, technopagana inglese.
Un numero immancabile di 100 pagine, copertina in quadricomia.

Presentazione di CYBERNET: la rete informatica cyberpunk, distribuita sul territorio nazionale, a cura di alcuni operatori e promotori.
Duranta il MEDIA-PARTY:
– verra’ presentato da parte del techno-sperimentatore Tommaso TozziHappening Digitali Interattivi il primo CD-ROM interattivo/alternativo italiano.
– presentazione del video CHORUS diSabine REIFF (gruppo Correnti Magnetiche)
– performance a cura di Fabio Malagnini e del musicista Raffaele Serra

dalle ore 22,00

CYBERNIGHT effetti speciali

Concerto Techno House con SIGMA TIBET Special Guest Techno D.J.

 

Domenica 27 Giugno

Teatro:
AREA PICCOLA (Perugia) presenta “IN ETERE

…nella serata concerto:
99 POSSE e BISCA

 

Mercoledi’ 30 Giugno

dalle ore 21,30

Teatro:
TEATROINCONTRO (Vigevano) presenta:

COME L’INDIO PERSE IL SONNO E IMPRIGIONO’ LA MALASORTE
Il 12 Ottobre del 1942, giorno in cui Colombo sbarco’ in America. Nell’di la’ si incotrarono una donna atzeca morta di parto e un frate fiorentino morto di infarto nell’adempimento della sua fornicazione quotidiana.
Il frate credeva che la donna fosse una puttana. La donna credeva che il frate fosse la cattiva sorte. Un servo dei malvagi.
L’uomo voleva difendersi dei diavoli neri. La donna cercava le sue sorelle Chiuateteo per accompagnare il sole nel suo viaggio intorno alla erra. Di vivo in quel posto c’era solo un cero e i rispettivi sistemi culturali dei personaggi.

SOLIDARIEDADE
L’uomo solidale ha paura di rimanere solo. Prende una bicicletta perche’ pensa sia abbandonata. Meta’ la regala alla sua organizzazione e meta’ la dona ai bambini del Congo. L’uomo solidale non accetta critiche. L’uomo solidale ama il lavoro e non ama pensare. L’uomo solidale non sa che spesso c’e’qualcosa di decisamente feroce nel carattere dolce della maggior parte degli uomini moderni e che la filantropia serve da copertura a coloro che vogliono sfruttare il prossimo

Autore e regista di entrambi gli spettacoli: Mimmo Sorrentino
Costumi e scenograffie: Paola Carati
Interpreti: Paola Carati, Giacomo Craparotta, Gerardo Larocca

 

Sabato 03 Luglio

dalle ore 18,00

Presentazione della cooperativa editrice SENSIBILE ALLE FOGLIE (Roma) in occasione dell’uscita del libro “CRITICA AL GIUDIZIO PSICHIATRICO” di Giorgio Antonucci, oltre all’autore e ad alcuni redattori della casa editrice, interverranno i rappresentanti di TELEFONO VIOLA contro gli abusi e le violenze psichiatriche e GIORGIO ANTONUCCI (dal 1973 lavora a Imola per costruire alternative per i lungodegenti.
Antonucci si e’ laureato in medicina a Siena ed e’ diventato psicoanalista con Roberto Assagioli> Nnel 1968 ha fatto parte del primo reparto di Ospedale Civile, aperto a Cividale del Friuli, in alternativa agli internamenti in manicomio. Nel 1969 ha lavorato con Basaglia a Gorizia. Dal 1970 al 1972 ha diretto i Centri di Igene Mentale del territorio della montagna di Reggio Emilia mobilitando i cittadini contro il manicomio e gli internamenti psichiatrici.

“Il carattere eretico del kavoro di Antonucci gli ha procurato naturalmente una serie considerevole di ostilita’ e di attacchi da parte dei diligentidelle fede psichiatrica.
Cosi’ una volta che un degente di uno dei suoi reparti,uscito a passeggio fuori dall’ospedale, fu per disgrazia investito e ucciso da un automobilista imprudente, a essere accusatoper la morte dell’uomo fu proprio Antonucci.
Questa accusa cosi’ particolare mette in rilievo le assurdita’ delle premesse psichiatriche, molto spesso condivise e appoggiate dalla legge.
Sia per i medici, sia per i giuristi, il paziente psichiatrico non ha piu’ i titolidella persona responsabile, per cui altri devono decidere al suo posto.
Antonucci e’ stato assolto dal tribunale su richiesta del pubblico ministero.
Giorgio Antonucci e’ una persona che sa quello che vuole.
Quello che da dire di importante.”
Thomas Szasz (Syracuse, New York, Novembre 1992)

LA COOPERATIVA EDITRICE “SENSIBILE ALLE FOGLIE
Ci sono scritture che l’editoria commerciale non prende generalmente in considerazione per la scarsa capacita’ di mercato a esse attribuite.
Ma il mercato, il profitto, non possono essere i criteri universali di valore. Ci sono anzi scritture il cui valore sta proprio nel non essere concepite entro orizzonti mercantili di valore. Decentrando lo sguardo oltre i domini della ragnatela letteraria, oltre i pregiudizi della nostra sensibilita’ quotidiana, scopriamo un gran fervore di attivita’ scrittorie insospettate. Scritture della solitudine, dell’abbandono, dell’esilio sociale piu’ estremo. Scritture di manicomializzati, di ex manicomializzati, di carcerati, di ex carcerati, di reclusi di diversi concentrazionari diversi, asylmus, ospizi, istituzioni totali. C’e’ chi ha definito queste scritture, le opere di questi autori, Ecrits Bruts. A noi piace sottolineare piuttosto il carattere irritato dell loro scritture, quel fluire svincolato dalle prescrizioni rituali omologate. Torsioni che spingono chi le subisce a servirsi dei segni, della maniera grafica e alfabetica per operazioni straordinarie: aggirare la solitudine, testimoniare il tradimento della specie, cercare nello specchio degli alfabeti prove della propria esistenza, visibilizzarsi, affidare alla bottiglia la memoria negata; o anche soltanto per cercare nella manipolazione ludica, artistica, la brezza rivitalizzante di un sollievo. Il nostro lavoronasce dalla convinzione, maturata nell’esperienza dei suoi promotori, che si possa essere “sensibili alle foglie” e, promuovendo la fioritura di nuove solidarieta’, fare autentica cultura.

dalle ore 21,30

Presentazione del PROGETTO MEMORIA
Il Progetto Memoria e’ un’iniziativa della Cooperativa Editrice “Sensibile alle foglie”. Si tratta di un organica e documentata ricerca sul fenomeno della Lotta Armata in Italia nel corso degli anni sessanta.
Il progetto e’ iiniziato due anni fa e ha portato il censimento e alla raccolta di dati su centinaia di organismi che hanno praticato questa scelta radicale nel corso del conflitto degli anni sessanta/settanta.
Hanno coordinato la ricerca Renato Curcio, Stefano Petrelli,Nicola Valentino, Claudio Plunti e Maria Rita Prete.
Nel corso della serata verra’ proiettato un video di circa venti minuti nel quale Renato Curcio illustra la struttura informatica e le varie aree in cui e’ stata suddivisa la ricerca.
Il Progetto Memoria e’ totalmente autofinanziato e quindi necessita’ di un continuo afflusso di contributi in denaro per poter proseguire e approfondire la ricerca stessa.

Cox18 e la Calusca promuovono questa giornata di riflessione e di incontro per contribuire al finanziamento di questo fondamentale strumento di conoscenza sulla storia recente. Contro tutte le falsificazioni, le aprossimazioni e i rivisionismi storiografici di destra e di sinistra. Soprattutto contro la romozione.