Posts by apmcox18

FLUXUS

16 Novembre 2018

Live on stage: FLUXUS

Parte Prima

Parte Seconda

Presentazione del nuovo album “NON SI SA DOVE METTERSI”
Sono passati più di 15 anni dal loro ultimo atterraggio nel mondo discografico italiano.
I Fluxus sono probabilmente una delle formazioni più anomale e indecifrabili del nostro patrimonio musicale: tanto nel codice sonoro, quanto nella capacità di brillare per poi scomparire. 4 album in studio, 4 pilastri del rock nostrano in cui le liriche al vetriolo sono supportate da quel muro di suono che ha consacrato il loro live come uno degli spettacoli più violenti del Bel Paese.
E a 23 anni dall’esordio con “Vita in un pacifico nuovo mondo”, il rapporto con il nostro Paese e con il presente è ancora un punto focale nella poetica del combo torinese, perciò il nuovo album “Non si sa dove mettersi” si prospetta sin dal titolo come una nuova, affilata, istantanea su ciò che stiamo vivendo.
Se doveste chieder loro ragguagli sul perchè abbiano sentito il bisogno di tornare proprio in questo momento storico, la risposta suonerebbe più o meno la stessa recitata in un brano di “Pura Lana Vergine” nel ’98: «le cose non cambiano mai, poi cambiano in un minimo limite di tempo» e noi aggiungiamo che, fino al prossimo inverno, «Non Si Sa Dove Mettersi».

DIO, SATANA E SANTI PAPI

16 Novembre 2018

Presentazione del libro: “DIO, SATANA E SANTI PAPI” di Luigi Angelici

Parte Prima

Parte Seconda

GUERRA ’14 – ’18: PER CHI, CONTRO CHI

04 Novembre 2018

GUERRA ’14 – ’18: PER CHI, CONTRO CHI

INTERVENTI DI:
ELENA RONCONI
“Il Congresso dei Morti”: Zino Zini e la Grande Guerra
STEFANO MARCHESONI
La distruzione dell’esperienza in Walter Benjamin
MARCELLO INGRAO (redazione Prospettiva Marxista)
Il volto e la maschera della Grande Guerra:
la narrazione della classe dominante
CESARE BERMANI
La condizione e lo stato d’animo del soldato
nelle trincee della Grande Guerra

Parte Prima

Parte Seconda

Parte Terza

A Night Disaster With Soulfinger

02 Novembre 2018

A Night Disaster With Soulfinger

Prte Prima

Parte Seconda

Parte Terza

Parte Quarta

Parte Quinta

Parte Sesta

CBWOY & PHADE

27 Ottobre 2018

Q u e B e l e z a @ COX18
Musica da Ballo
ALL NITE LONG with CBWOY & PHADE (Backflip Records)
One for Music Two for the Vibe

Parte Prima

Parte Seconda

Parte Terza

Parte Quarta

Parte Quinta

Tendenze di lungo periodo e movimenti sociali nell’America di Trump

27 Ottobre 2018

Presentazione del libro: REVOLUTION IN OUR LIFETIME di Loren Golder

Parte Prima

Parte Seconda

Teorico radicale e ricercatore militante statunitense, Goldner è autore di vari libri importanti – fra cui “Capitale fittizio e crisi del capitalismo”, “Herman Melville” e “Vanguard of Retrogression: ‘postmodern’ Fictions as Ideology in the Era of Fictitious Capital” – e anima il sito web “Break Their Haughty Power”.

Caraoche Fichissima (per spaccare il cuore)

26 Ottobre 2018

Caraoche Fichissima (per spaccare il cuore)

DIRETTRICE D’ORCHESTRA/ MINA AKA Jennifer Carducci
PAROLIERE PRESENTATORE/ Fabio Artese
BUTTAFUORI E CONVINCITORE DI CANTARE/ Sara Leghissa
GETFIT FOR EVERYONE BY Jennifer Carducci
VISUAL/ Davide Fois
VALLETTA/ Valerio Sirnå

Parte Prima

Parte Seconda

Parte Terza

Parte Quarta

 

CALAMITA + MAURIZIO ABATE

22 Ottobre 2018

La Societa’ Psychedelica presenta: CALAMITA + MAURIZIO ABATE

MAURIZIO ABATE

(Boring Machines / Backwards Rec. IT)
special hurdy gurdy set
http://maurizioabate.it/

CALAMITA

Sharif Sehnaoui: chitarra elettrica preparata
Tony Elieh: basso elettrico ed effetti
Davide Zolli: batteria e percussioni
musica –> https://bit.ly/2xUYEOL
live video –> https://bit.ly/2Rlxc4U
Parte Prima

Parte Seconda

Sharif Sehnaoui è un chitarrista free dedito all’improvvisazione. Suona la chitarra sia acustica che elettrica con (o senza) tecniche complesse o preparate concentrandosi invece sulle possibilità intrinseche di questo strumento senza l’uso di effetti o elettronica. Attualmente risiede a Beirut, la sua città natale, dopo più di dieci anni a Parigi dove ha iniziato la sua cariera come improvvisatore nel 1998, suonando all’ Instants Chavirés come membro di svariate orchestre. http://www.sharifsehnaoui.net
Tony Elieh è nato a Beirut dove ha conseguito una laurea in marketing. Grazie alle sue inclinazioni artistiche, ha deciso di seguire la via creativa, prima di tutto nella musica – è stato membro fondatore e bassista degli Scrambled Eggs, band Libanese postpunk seminale – e poi in fotografia, che è attualmente uno dei suoi impegni principali.
Entrambi, suonano con i Karkhana, un ensemble di 7 persone che mette assieme alcuni dei più innovativi musicisti di Beirut, Cairo e Istanbul. La loro musica è un blend speciale di free jazz and psichedelia con varie sfumature e tracce di shaabi, tarab e molto altro.
http://www.karkhana-music.com/
Davide Zolli è attualmente il batterista del collettivo sperimentale psichedelico veneto Squadra Omega

DIFENDERE LA “RAZZA” – Identità razziale e politiche sessuali nel progetto imperiale di Mussolini

21 Ottobre 2018

In occasione della ripubblicazione del libro di Nicoletta Poidimani DIFENDERE LA “RAZZA” – Identità razziale e politiche sessuali nel progetto imperiale di Mussolini [Sensibili alle foglie, Roma, 2009-2018]

Parte Prima

Parte Seconda

Parte Terza

LA VERA STORIA DEL RAZZISMO ITALIANO

Ottant’anni dopo la promulgazione delle leggi razziali in Italia, alcune istituzioni quali le università riconoscono finalmente le proprie complicità nella persecuzione degli ebrei, ma continuano a ignorare la persecuzione etnica delle popolazioni rom e sinti, fingono di non ricordare che le colonie italiane del Corno d’Africa sono state il laboratorio sperimentale delle politiche razziali del ’38 e, soprattutto, evitano di mettere in luce il “filo nero” che le lega alle attuali politiche italiane ed europee sull’immigrazione.

Una conoscenza non edulcorata della storia del colonialismo italiano è fondamentale per individuare i dispositivi razzisti e de-umanizzanti che si formarono nei cinquant’anni dell’esperienza coloniale in Africa e che oggi vediamo riattivarsi sulla pelle di donne e uomini immigrati, col pretesto della sicurezza e all’ombra di una paura alimentata e sfruttata tanto politicamente che economicamente.

CONOSCERE IL PASSATO, PER COMBATTERE IL PRESENTE.

L’iniziativa è organizzata in solidarietà con le immigrate e gli immigrati che ogni giorno cercano di attraversare le frontiere della “fortezza Europa” e con i compagni e le compagne processati per aver partecipato, nel maggio 2016, a una manifestazione al Brennero contro la “barriera anti-migranti”.

Mohama Saz + Rinunci a Satana?

20 Ottobre 2018

Lo Fi Milano e CSOA COX18 presentano:
Live on stage: Mohama Saz + Rinunci a Satana?

Rinunci a Satana?

Power duo del milanese nato nel 2013 dalla commistione tra: Damiano Casanova (Il Babau e i maledetti cretini) chitarra e Marco Mazzoldi (Fuzz Orchestra e Bron y Aur) batteria.
Presentano “Blerum Blerum” il loro secondo album
Chitarre, batteria, ekoTiger e synth, gli strumenti utilizzati.
Echi di Black Sabbath, Led Zeppelin, Hendrix, Rovescio della Medaglia, R. Johnson, ELP, Amon Duul II e Raccomandata Ricevuta Ritorno, a volte echo e basta.

Mohama Saz

Parte Prima

Parte Seconda

La band madrilena, side project degli affermati Melange, mischia sapientemente garage, psychedelia & world music.
Le influenze delle musica mediorientale sono ben chiare anche dall’utilizzo di strumenti quali il Saz o il clarinetto.
Il loro sound costituisce un ponte ideale tra la musica tradizionale di questi paesi e la neo-psychedelia, non disdegnando puntate nel free jazz o nel pop /rock.