Category Archives: Teatro

CRISINERA

20 Settembre 2014 – ore 19,00

spettacolo itinerante

per tutte le età: da 7 a 90 anni:

alle 17.32 precise
Partenza parco Baravalle (area giochi) – via Tabacchi
Si terminerà con un aperitivo musicale in Cox18

Preparazione:
Per tutta la settimana tre clowns di strada, si muoveranno per il
quartiere curiosi e utopisti.
Sono avidi di storie e aneddoti, cercano di capire cosa sia la CRISI.
Cugini di Beckett, disturbano l’ordine con gioia e impertinenza.
Inventano un percorso attraverso la città con la complicità degli
abitanti, lavoratori, studenti, scolari, passanti e le associazioni del
quartiere.

Con Marie-Do Fréval – Tommaso Simioni – Juliette Uebersfeld

“Compagnie Bouche à bouche”, diretta da Marie-Do Fréval, è una compagnia
teatrale che lavora in Francia ed in particolare nell’area parigina.
Viene per la prima volta a Milano
Tra teatro e arte di strada, crea degli spettacoli attuali e “sfasati”,
inventati a partire dalle parole degli abitanti, dove il pubblico
diventa il protagonista.

www.ciaboucheabouche.com
telefono +39 342 9151381

in collaborazione con il Free Festival delle bambine e dei bambini –
Scuola bene comune

http://www.inventati.org/apm/agenda.php?step=settembre14#teatro
https://www.facebook.com/pages/Archivio-Primo-Moroni/153489221348487

Cox 18 Cabaret Club

27 Marzo 2014 – ore 22,00

INFO: Cox 18 Cabaret Club – 27/03/14

con G. De Angelis, S. Cavallo, A. Bergallo, D. Zilli, V. Cinaski

Parte Prima:

Parte Seconda:

Cox18CabaretClub

È nato…anzi… è ritornato “COX18 CABARET CLUB”!
È nato perchè dopo alcune serate sperimentali nei primi mesi del 2014, il cabaret avrà finalmente uno spazio fisso nella programmazione del C.S.O.A. COX18.
E’ un ritorno perchè, i comici, i poeti e gli attori che hanno calpestato il nostro palco fin dai primi anni ’90 delle mitiche rassegne di TEATHER ARBEIT, il lavoro teatrale, il linguaggio della vera finzione ha aumentato i nostri strumenti di lettura della realtà, hanno lasciato un’impronta.
L’impronta è rimasta, silenziosa, nell’asciutta scatola nera scaldata dai proiettori incandescenti, a terra e sulle sedie del pubblico che ha seguito con emozione i racconti degli artisti, e dentro chi dalla scena e attraverso la scena ha raccontato e vissuto le trasformazioni sociali.
Tutto nasce dal desiderio di distinguere, dal bisogno di proseguire e dall’esigenza di riappropriarsi dell’irriverente linguaggio della comicità.
La comicità che ti punge e si contraddice, la comicità che non è scontata, la comicità che se non ti fa ridere forse ti ha toccato nei pensieri, quelli profondi. La comicità che ti mostra le derive che sfioriamo e che invadono le strade.
La comicità sa far critica ed è in momento critico.

I milanesi Gianluca De Angelis e Silvio Cavallo tengono le fila delle serate insieme al duo torinese “Senso D’Oppio”, al poeta Guido Catalano, al genovese Alessandro Bergallo e al prof. Davide Zilli alla tastiera e di volta in volta ci proporranno degli ospiti anch’essi disposti al delirio.
Il live show comico della serata è caratterizzato da una matrice fortemente surreale, visionaria e cinica, i tre ingredienti principali delle scuole comiche delle loro città di provenienza, impreziosito in questa occasione dall’intervento di Vincenzo Costantino Chinaski.
Lo spettacolo è un susseguirsi di quadri o sketch, in cui la situazione grottesca prende il sopravvento sul calembour o sul facile gioco di parole, lanciati ad un ritmo forsennato che per un’ora e mezza non lascia tregua al pubblico e talvolta offre il fianco all’improvvisazione.
Una comicità lontana dagli sche(r)mi televisivi ma di cui conserva gli aspetti migliori, cioè il rigore con cui viene gestito il delirio comico che rimane la cifra principale di questo show.

Pianeta Istanbul

26 Febbraio 2014 – ore 22,00

Cox 18 presenta: “Pianeta Istanbul” con Istanbul Kebab, Guido Catalano, Senso D’Oppio, Alessandro Bergallo, Davide Zilli, DJ Cannonau

Il Pianeta Istanbul, roccaforte della comicità dadaista e della risata agra, ancora una volta atterra al Cox 18.

Accade mercoledì 26 febbraio.

Gianluca De Angelis e Silvio Cavallo (gli “Istanbul Kebab”) in qualità di gran cerimonieri, aprono le porte del loro pianeta ad amici provenienti da altre galassie di matrice fortemente surreale. Direttamente da Torino il poeta Guido Catalano e il duo comico Senso D’Oppio. Da Genova Alessandro Bergallo, la colonna sonora è a cura del cantautore Davide Zilli, le danze post-spettacolo sono affidate a Dj Cannonau.

Ai primi cento spettatori in omaggio un poster di Padre Pio.

CABARET – Rose Rosse Per Te

05 Luglio 2013 – ore 21,00

Rose Rosse Per Te

– Gli Istanbul Kebab sono un duo formato da Gianluca De Angelis e Silvio Cavallo, in arte Enea Pagani e Gastone Metelli.
– Gli Istanbul Kebab si formano in Italia nel 2012.
– Gli Istanbul Kebab sono comici.
– La comicità degli Istanbul Kebab è surreale, sottile e intelligente.
– Lo scopo degli Istanbul Kebab è: non avere scopi.
– Gli Istanbul Kebab si divertono molto durante i propri spettacoli.
– Gli Istanbul Kebab esprimono se stessi attraverso gli spettacoli che creano e rappresentano.
“Rose rosse per te” è uno spettacolo comico.
“Rose rosse per te” è composto da circa 40 sketches per un totale complessivo di 1 ora circa.
“Rose rosse per te” è molto divertente.

MAI MORTI

17 Aprile 2011

in sostegno dell’Archivio Primo Moroni

ore 19.19
APERITIVO BENEFIT

ore 21.21
Renato Sarti recita
MAI MORTI
testo e regia di Renato Sarti
Teatro della Cooperativa

Ooocchio Pino… Tocca a noi

28 LUGLIO 2010 – dalle 21.01

TEATRO DEI PANETTIERI LIBERI
Una briciola di pane buono, quello fatto manualmente dai nostri quasi estinti panettieri, sembra essere finita, trasportata dalla buona volontà di alcuni ragazzi, quasi per caso, tra il grassume; siamo in via Savona (terra, una volta, di bottigliai, fabbri, panettieri e artigiani, adibita oggi alla vita che ha un prezzo) al numero civico 18 (stabile idioma di consumi e sprechi, basti guardare le condizioni di abbandono in cui lo stabile è stato lasciato morire), ma i ragazzi di via Savona 18 stanno lavorando giorno dopo giorno per riadattare e reinventare questo spazio, considerando le diverse funzioni sociali che potrebbero sorgervi all’interno.

Una piccola briciola, via Savona 18, che facilmente potrebbe essere spazzata via e gettata nella spazzatura del non sociale.

I nuovi occupanti hanno deciso di riprendere a sfornare del pane buono.

Mio nonno è contadino (fidatevi: ne sa di terra), e diceva che per ottenere un pane davvero buono c’è bisogno di validi ingredienti artigianali. Quello che viene fuori è un buon pane!

Ingredienti: acqua, lievito, farina buoni, e tanta buona volontà.

I ragazzi di via Savona 18 non si accontentano di avere un pane buono e basta, ma stanno cercando di infornare un pane davvero speciale. Un pane speciale ha bisogno di altri ingredienti; tra questi, c’è anche il teatro: potersi liberamente “rappresentare ed esprimere” è una delle libertà più squisite: immaginazione creativa, flusso di parole, rotazione di corpi, il passaggio dal buio alla luce, l’urlo e il sussurro, il respiro e il silenzio, e soprattutto la vita che diventa teatro e il teatro che diventa vita.

I nostri nonni sono dei buoni contadini, e per questo non possiamo permetterci nessuna accademia teatrale e difficilmente riusciamo ad andare a teatro, visti i prezzi; abbiamo deciso allora di accontentarci di un bel pezzo di pane, davvero speciale: NASCE IL TEATRO DEI PANETTIERI LIBERI

La vostra presenza costituisce – in sè – la scelta di voler recitare nella scena della vita

Frammenti, Storie e Musica dal 1939 Al 1948

12 Maggio 2010

FRAMMENTI

Storia e musica dal 1939 al 1948 di Andrea Magnoni e Paolo Bernamonti

Serata benefit per l’Archivio Primo Moroni

Parte Prima

Parte Seconda

“Nonna ma i tedeschi erano tutti cattivi ?” … così domanda il nipotino alla nonna che ha vissuto gli orrori di una guerra, le tensioni di una rivolta e la gioia, anche se a volte amara, di una vittoria.
E così inizia il viaggio di “FRAMMENTI” nel decennio dalla storia italiana che segna il passaggio dalla monarchia alla Repubblica, dalla dittatura alla democrazia, dalle note tristi dei canti militari allo swing sbarcato con gli alleati durante la Liberazione.
Un percorso attraverso i grandi fatti storici italiani : la conquista dell’Albania, il Patto d’Acciaio, la Seconda Guerra Mondiale, le campagne di Grecia e di Russia sino ad arrivare alla Liberazione accompagnati dalle emozioni di tante piccole storie di uomini e donne e dalle calde note rievocative delle canzoni dell’epoca.

Andrea Magnoni: interprete
Sergio Trezzi: interprete
Paolo Bernamonti: chitarra
Roberto Carlotti: fisarmonica
Roberta Maioli: interprete e canto
Nicolas Schrecklinger: clarinetto
Domenico Martinez: interprete e consolle